Informazioni e contatti Eventi - Foto News Progetti in Italia e nel mondo
Informazioni e contatti
Eventi - Foto
News
Progetti in Italia e nel mondo
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

 
In costruzione
I Progetti nel mondo
 

L’Oasi è una vera e propria “famiglia di famiglie”, un piccolo mondo dove si incontrano lingue, razze, religioni, culture diverse e dove tutti convivono dandosi reciprocamente aiuto e amicizia.

L’ associazione Oasi sin dalle sue origini, con il suo carattere cosmopolita, ha rivolto lo sguardo a continenti e uomini attivando progetti in Brasile, India, Italia, Maldive, Romania, Sierra Leone e Turchia.

India:

• Sostiene le case delle Missionarie della Carità a Calcutta dove Maria, che ha avuto un lungo e significativo intenso rapporto personale con Madre Teresa, ha prestato il suo servizio.


 

• Sostiene l’associazione CCDT che si occupa del problema della prostituzione nel quartiere a luci rosse di Bombay. Anche questo progetto è nato dal rapporto di amicizia tra la fondatrice Sara D’Mello e Maria Chiera.

Brasile:

• Collabora con alcune amiche Suore in Mato Grosso per combattere la mortalità infantile delle popolazioni indigene.

Maldive:

• L’Oasi si è adoperata per dare la possibilità ad una decina di bambini talassemici di fare il trapianto di midollo osseo facendo da tramite tra l’Istituto Mediterraneo di Ematologia e le autorità maldiviane, accogliendo i pazienti e le loro famiglie.

• Dal novembre 2011 l’Oasi collabora al progetto umanitario Atlantico-Sierra Leone, in partenariato con l’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord” - Regione Marche - Hospedale Humanitas di Milano -Ospedale Pediatrico Buzzi di Milano e l’OBM Ospedale bambini Milano.

"Awlaad nelle città":Proiezione del cortometraggio realizzato nel Laboratorio audiovisivo della Scuola in Ospedale;nel film recitano anche alcuni bambini dell’Oasi.



L’Oasi accoglie bambini e ragazzi con malattie molto gravi e ragazzi che per errore hanno ingerito caustici provocandosi gravissime lesioni tali da richiedere spesso la ricostruzione dell’esofago.

I Progetti in Italia:

• Oltre alla specifica e originaria missione l’ Oasi è coinvolta in alcuni dei macro progetti rivolti a promuovere la dignità umana e a costruire percorsi di convivenza civile e democratica.

• Le aree di intervento riguardano:

1) legalità e giustizia

Collaborando con il “ gruppo Abele “ e con “ Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie “ , sostenendo l’impegno di Don Luigi Ciotti.


 

Sostenendo il Piccolo Eremo delle Querce nel cuore della Locride cercando di rispondere ai diversi bisogni essenziali quali il lavoro e la formazione morale e civile delle nuove generazioni.

2) L’ Oasi ha una prevalente ed originaria vocazione pedagogica in quanto nasce da uno sguardo rivolto ai bambini.

 
La casa è un luogo naturalmente educativo per le esperienze ordinarie che attiva:
 

a- la relazione tra generazioni ( gli accolti hanno una età dai zero ai cento anni).

b- la diversità culturale (convivenza di famiglie di diversi continenti e nazioni ). 

c- la cultura del fare e della cura e della cura reciproca ( il funzionamento della casa è rimesso all’ operatività dei suoi abitanti ). 

d- la pratica della solidarietà e della condivisione ( i beni materiali sono di utilizzo comune ).

- collaborazione e sostegno al programma pedagogico di Libera. 

- accoglienza, nella casa, di gruppi di giovani per campi scuola, stage, esperienza scout …

- partnership con scuole della Romania. 

- sostegno al laboratorio di iconografia nella Locride.

Questi impegni sono sostenuti dalla convinzione che la cura della persona esige un duplice sguardo: uno rivolto al benessere fisico e l’ altro alla crescita della persona negli aspetti psico-pedagogici e sociali.

… questa opera lascia costantemente aperta la porta ad un futuro di Speranza e Carità…

3) Violenza contro le donne:

Questo progetto nasce dal contatto con i diversi paesi e la vicinanza soprattutto con le donne, esperienze queste che hanno consentito di esplorare una realtà femminile spesso ancora ignota.

Il video "Donne, diritti violati, diritti da conquistare" realizzato dall'Oasi dell'Accoglienza
intende dare voce ad aspetti e questioni sulla violenza contro le donne e sulla violazione dei diritti che, pur essendo oggetto di dibattito internazionale, sono ancora irrisolti e in parte sconosciuti.

 

Una realtà di violenza a volte eclatante, a volte sottaciuta. Ma anche una realtà di forte impegno sociale. La convinzione che l’umanizzazione della condizione femminile costituisce un fattore decisivo per lo sviluppo culturale, politico e sociale di un Popolo ha spinto l’Oasi dell’Accoglienza a fare un primo passo organizzando una conferenza internazionale “Donne: diritti violati, diritti da conquistare” (Fano - Marzo 2010) dalla quale è stato redatto il documento inviato all’ONU a sostegno della relativa legislazione.

L’impegno gravoso anche su questo versante continua con l’accoglienza ed il sostegno a donne che si trovano in una situazione di disagio personale e sociale.


 

 

ruzione
Site Map